Sylvaner Lahner, Taschlerhof

Erbette spontanee e formaggio, un abbinamento che mi piace proprio e mi porta anche a scoprire vini sempre molto interessanti.

Questa settimana l’abbinamento è con un’altra chicca degustata al Vinitaly, un vino di montagna che arriva da Bressanone e più precisamente dal maso Taschlerhof. Vigne letteralmente arrampicate su alcuni dei più ripidi pendii della Valle Isarco per vini dal sapore persistente, caratterizzati da rinfrescante mineralità e buona struttura.  Peter Wachtler, membro dei ” Vignaioli Alto Adige”, coltiva seguendo la propria filosofia che punta ad avere basse rese in vigna e vini di gran carattere. Una piccola produzione curata nei dettagli, con tecniche di cantine volte a preservare le tipicità che il territorio conferisce ai vini.

Oggi ho scelto per voi il Sylvaner Lahner, frutto di vigne di quarant’anni, che fermenta e affina per metà in acciaio e per l’altra metà in legno. Aroma fruttato, corpo importante e pieno con mineralità e acidità in evidenza, ma comunque ben bilanciate da morbidezza e alcolicità.

Un vino che trovate in enoteca a circa 16 euro e che si accompagna molto bene anche con preparazioni a base di asparagi.

Buona degustazione!

Sabina

 

 

Il gattoghiotto oggi abbina…

 

 

 

Gnocchi di ricotta su crema all’ortica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments

Lascia un commento