Nora, Baladin

Che ne dite di una bella birra?

Dopo averla utilizzata per stufare le cipolle, portate a tavola la restante parte, accompagnerà perfettamente questo piatto. Tra le varie alternative presenti sul mercato io scelgo la Nora, del birrificio artigianale Baladin, da più di quindici anni sinonimo di qualità grazie ad una continua ricerca di materie prime eccellenti e di metodi produttivi sempre più efficienti. L’estro e la costanza di Teo Musso hanno portato questo brand, nato a Piozzo piccolo paese del cuneese, ad essere apprezzato in italia e all’estero, sia nei migliori pub e negozi che nei ristoranti di un certo livello.

b8La Nora è dedicata all’antico Egitto, viene prodotta con grano khorasan Kamut biologico e speziata con mirra e zenzero. Nel bicchiere ritroviamo un bel colore ambra aranciato, sovrastato da una schiuma abbondante che sprigiona note di agrumi e  fragranze orientali. Ottima per cucinare in quanto lascia una bella aromaticità, ma non la tendenza amarognola, è ideale abbinata a piatti etnici o anche a verdure come carciofi e asparagi. Ovviamente è piacevolissima da sola, servita alla temperatura di circa dieci gradi nel tradizionale teku, bicchiere molto simile ai calici da vino.

Trovate la bottiglia di Nora da 0,750 cl in commercio a circa dodici euro, tenetela a mente anche per una cenetta nella stagione estiva.

Buona degustazione!

Sabina

 

ed ecco perchè una birra…questa seconda ricetta de il gattoghiotto già “fermenta” in testa! assolutamente da provare!!!

cremoso3-ok

 

 

Cremoso di patate con cipolle rosse alla birra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non sono presenti commenti.

Lascia un commento