Malvasia Villa Maina, Proietti

Oggi andiamo in Lazio a scoprire un vitigno di cui non vi ho ancora parlato, la Malvasia di Candia.

La famiglia Proietti lega la sua storia ai vitigni autoctoni del territorio di Olevano Romano, area in cui la coltivazione della vite e dell’ulivo ha origini antichissime. L’azienda è ubicata sulle colline a ridosso dei monti Simbruini ad una altitudine di 500 mt. e le varietà sono quelle tipiche della zona: Cesanese, Malvasia di Candia e Ottonese Bianco, che identifica la versione locale del Bombino. Lavoro manuale in vigna e tanta attenzione nel portare in cantina uve sane, capaci di produrre vini specchio del territorio da cui provengono.

Villa-Maina_bottleLa Malvasia Villa Maina è compostada circa un 80%  di Malvasia con aggiunta di Ottonese, nel processo di vinificazione abbiamo la permanenza del mosto sulle fecce fini per qualche settimana con risospensione periodica delle stesse. Per effetto della lisi dei lieviti si ottiene un vino di maggior struttura e complessità, che affina in inox per ulteriori sei mesi. Bel bouquet al naso, fresco al palato con una delicata persistenza acidula, ideale per bilanciare la tendenza dolce dei vari ingredienti e la grassezza legata in modo particolare alla panna.

Se avete piacere di assaggiare il Villa Maina insieme ad altri cinquanta vini da tutta Italia, venite a trovare l’associazione Viva il Vino il 16 e il17 maggio in piazza Duomo a Pinerolo. Saremo presenti con le eccellenze dei vignaioli in un percorso da Nord a Sud Italia e tanti vini del bere bene quotidiano che non superano i 15 euro.

Vi aspettiamo!

Sabina

banner gatto ghiotto

ed ecco il delicato abbinamento de il gattoghiotto

tartellette salmone e panna

 

 

Tartellette salmone, cipollotti e panna

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non sono presenti commenti.

Lascia un commento