Malvasia Castelnuovo Don Bosco Cascina Gilli

Mercoledì 24 aprile

Questa è la settimana che Ambra dedica alla dolcezza……… Delle vere tentazioni queste torte!

La confettura di more mi ha immediatamente riportato ad un vino dolce che già al naso ci propone questo tipo di sentore, frutti di bosco e note floreali per un delicato bouquet aromatico.
Stiamo parlando della Malvasia di Castelnuovo Don Bosco della Cascina Gilli. Siamo nel basso Monferrato, qui la Malvasia di Schierano, vitigno tipico della zona, viene vinificata per offrirci un vino da dessert di un bel color rubino, dissetante e di facile beva.
Da stappare e servire subito ( ad una temperatura tra 6 e 8 gradi), rivela nel bicchiere una spuma delicata e una vivacità persistente. In bocca la dolcezza è bilanciata da una buona freschezza che la rende davvero piacevole. Interessante anche  la bassa gradazione alcolica, a livello di quella del Moscato d’Asti.
Allora immaginate un giardino fiorito, con un tavolino, una fetta di torta e un bel calice di vino….. e a questo punto che dire se non buona merenda!
Trovate la Malvasia di Cascina Gilli in enoteca a circa 7,50 euro oppure potete acquistarla direttamente in azienda, uno storico edificio del 1700 circondato da venti ettari di terreno.
Buona pausa golosa, alla prossima settimana!
Sabina

La foodblogger Gattoghiotto consiglia…

Crostata sbriciolata con timo, limone e confettura di more

La lista della spesa:

-400g di farina

- 150g di zucchero

- 200g di burro salato

- 2 uova

- qualche goccia di estratto naturale di vaniglia

- la scorza grattugiata di un limone bio

- un mazzolino di timo

- un barattolo di confettura di more (io confettura di more Bio Zuegg)

- gelatina di albicocche per lucidare (facoltativa)

- zucchero a velo

1) In un recipiente lavorare la farina e lo zucchero con il burro freddo tagliato a cubetti fino ad ottenere un composto sbriciolato, aggiungere quindi le uova, la scorza di limone e  la vaniglia. Continuare a lavorare velocemente. Per ultimo aggiungere le foglioline di timo (separare le foglie dai bastoncini!), impastare fichè il composto non sarà omogeneo e riporre in frigorifero per circa 30 minuti.

2) Stendere circa metà della frolla preparata e foderare una tortiera precedentemente imburrata ed infarinata. Bucare la pasta con i rebbi di una forchetta e farcire con la confettura di more.

3) Sbriciolare sulla crostata il resto della pasta e infornare a 180° per circa 20 minuti, finchè non sarà cotta e dorata. Fare raffreddare

4) Scaldare a piacere la gelatina di albicocche e lucidare la torta spennellandone la superficie. Prima di servire spolverizzare leggermente con zucchero a velo.

Se volete gustarla al meglio servitela tiepida con una pallina di gelato alla vaniglia.

Non sono presenti commenti.

Lascia un commento