Dogliani Sorì dij But, Anna Maria Abbona

E dopo la calura estiva segnata da bianchi e bollicine, oggi cambiamo colore e portiamo in tavola un rosso semplice, ma appagante e di grande bevibilità.
Sori_1_1024x1024Il Dolcetto, terza varietà per diffusione in Piemonte, raggiunge nella zona di Dogliani uno dei suoi picchi di eccellenza, offrendo vini morbidi e di ottimo equilibrio.
Come il Sorì dij But, vinificato solo in acciaio, che al naso ci ricorda la rosa e il lampone, con ancora una nota vinosa, mentre al sorso è beverino e con con un piacevole finale ammandorlato. Frutto di diversi vigneti di oltre 40 anni di età situati su una splendida collina a più di 500 mt. di altitudine, dove le escursioni termiche e l’esposizione assicurano ai vini profumi intensi e freschezza al palato.
A produrlo è Annamaria Abbona, che ad un certo punto della sua vita abbandona la carriera di grafica pubblicitaria per rispondere al forte richiamo della sua terra, scommettendo su un progetto che alla fine degli anni Ottanta poteva sembrare folle e che, invece, l’ha portata ad essere oggi un saldo riferimento per la produzione del Dolcetto di qualità in Italia e all’estero. Senza dimenticare il resto delle etichette, che spaziano dal Riesling coltivato in Alta Langa fino ad un ottimo Barolo.
Trovate questa bottiglia sul sito www.unbicchiereditalia.it insieme ad altre interessanti proposte per i vostri piatti autunnali.
Buona degustazione!
Sabina

 

 

 

banner gatto ghiotto

 

 

 

aubergine1-ok

 

 

 

Aubergine a la bonifacienne

 

 

 

 

 

 

 

Non sono presenti commenti.

Lascia un commento