Collio Sauvignon, Drius

Frutti di mare con l’aromaticità dei funghi e delle spezie, fantastico primo piatto a cui mi piace abbinare un vino bianco profumato.

Torno quindi a parlarvi dell’azienda Drius, una realtà che ho avuto modo di apprezzare al Vinitaly degustando degli ottimi vini, tutti bianchi. Siamo a Cormons, a cavallo tra il Collio e l’Isonzo, dove Mauro Drius ha saputo rimodellare in chiave moderna le tradizioni contadine tramandategli da nonni e genitori, con un occhio di riguardo per le leggi della natura e il rispetto ambientale. Una filosofia produttiva all’insegna del “pulito e giusto”, vissuta con passione ed entusiasmo.

drius sauvignonLe uve per questo Collio Sauvignon vengono vendemmiate manualmente e vinificate in bianco senza contatto con le bucce. Dopo la fermentazione il vino matura per sei mesi in acciaio a contatto con i propri lieviti. Leggeri sentori varietali, poi note di frutta, fiori ed erbe aromatiche. In bocca è morbido, di buon corpo e con adeguata persistenza.

Ad un recente concorso internazionale è riuscito anche ad avere la meglio su più blasonati avversari francesi, complimenti Drius!

Fortunati i soci di Viva il Vino che hanno già avuto la possibilità di metterselo in cantina ad un prezzo vantaggioso, un vino che vi potrà accompagnare piacevolmente per tutta l’estate.

Buona degustazione!

Sabina

 

ed ecco cosa propone il gattoghiotto…

cavatelli1-ok

 

 

Cavatelli con conchiglie, funghi e zafferano

 

 

 

 

 

 

 

 

Non sono presenti commenti.

Lascia un commento