Albana Codronchio, Monticino Rosso

Per questo abbinamento natalizio porto sulle vostre tavole un vino bianco che nasce dalla selezione nei vigneti aziendali delle migliori uve Albana, vendemmiate poi tardivamente, con più passaggi mano a mano che compaiono le prime tracce di muffa nobile. Un fungo tutt’altro che dannoso se pensiamo che in Francia da vita a uno dei vini dolci più apprezzati e costosi al mondo, il Sauternes.

 

codronchio_1024x1024Il lavoro certosino tra i filari porta nel bicchiere un vino di corpo, maturo e profondo, ma con la carica acida necessaria per affrontare un invecchiamento addirittura più che decennale. Al naso una varietà incredibile di profumi, in bocca tanta struttura e finezza con una lunga persistenza dove riemergono note floreali e fruttate accompagnate da una piacevolissima mineralità. L’affinamento delle fecce fini in barrique francesi contribuisce ad aumentare ulteriormente la complessità di questo vino, che potete abbinare anche a primi con sughi di pesce o addirittura a piatti della cucina thailandese e curry indiano.
A produrre l’Albana Codronchio sono Gianni e Luciano Zeoli, che conducono la storica Fattoria Moonticino Rosso, avviata dal padre nel 1965, rispettando il giusto equilibrio tra tradizione e progresso tecnologico. Siamo sulle colline di Imola, laddove i vini frizzanti dell’Emilia cedono il passo a quelli fermi e impetuosi della Romagna. Ed è proprio questa felice posizione collinare a favorire il progetto di una viticoltura sostenibile a cui si affianca un sistema di produzione artigianale. I vitigni sono gli autoctoni Albana, Pignoletto e Sangiovese di Romagna.

 

Potete trovare questa chicca dell’enologia italiana su www.unbicchiereditalia.it

 

Buona degustazione!

 

Sabina

 

 

 

banner gatto ghiotto

 

 

 

Lasagneconiglio3-ok

 

 

 

Lasagne con ragù bianco di coniglio, carciofi e erbe provenzali

 

 

 

 

 

 

 

 

Non sono presenti commenti.

Lascia un commento